manchette manchette

 
Home Ambiente Stampe Storia Stampe Napoli Pozzuoli Bacoli Monte di Procida Quarto Ischia Procida News
 
Il presente sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Disattivando i cookie si potrebbero avere problemi di navigazione su questo sito. Per maggiori informazioni accedi alla nostra cookie policy. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. In caso contrario ti invitiamo ad uscire dal sito.
 
 
 
 

I Campi Flegrei non sono solo un luogo semplicemente da visitare, ma molto, molto di più, tanto che riesce difficile spiegare con le parole e non è un caso che poeti ed artisti di ogni epoca hanno trovato ispirazione non appena li hanno raggiunti e vissuti.

Chi li conosce bene sa che l'emozione di trovarsi a contatto con i resti di antiche civiltà che hanno fatto la storia del mondo ti travolge irresistibilmente, che oasi naturali ti avvolgono lentamente, di mano in mano che le attraversi, fino a catturarti ... e magicamente perdere il senso del tempo che passa, lasciando nell'animo, quando la realtà chiama e l'ordinario prevale, lo struggimento di chi è costretto ad abbandonare qualcosa che ormai ti appartiene definitivamente .

E ancora, la consapevolezza di calpestare quella "eterna e provvisoria" ulcera della terra, attraverso la quale gli abissi dialogano con il cielo in un profluvio di "parole evanescenti" come solo le nuvole sanno essere, che ti rende parte del mito.

I siti d'interesse dei Campi Flegrei possono essere fruiti in qualsiasi modo, in piena libertà, con le persone che si amano  e anche in solitudine, se si desidera, in ogni caso ti rimarranno sempre nel cuore e di tanto in tanto ne emergerà il ricordo e il desiderio di tornarci per rivivere le medesime sensazioni, che sai, saranno sempre più ardenti.

Vivere intensamente l'esperienza del viaggio, oggi costretto in tempi limitati, implica l'aiuto di chi ama i luoghi che si vogliono conoscere, che per essere apprezzati, occorre siano narrati e con questo spirito, proponiamo percorsi di conoscenza costruiti intorno alle esigenze dei visitatori condividendovene l'avventura.

Ribadendo la disponibilità nel definire percorsi personalizzati, anche in lingua straniera, basati su particolari preferenze sia di tipo archeologico che vulcanologico oppure vincolati ad una tempistica inderogabile, di seguito indichiamo un itinerario tipo dal titolo "I Campi degli Dei", ma visite guidate potranno organizzarsi presso il Rione Terra di Pozzuoli compreso il percorso archeologico sotterraneo e magari visitare il Museo Diocesano ospitato nel Palazzo Vescovile, lì ubicato. Altri percorsi sono suggeriti nell'apposita sezione "Itinerari" che suggeriamo di consultare.

 

CAMPI FLEGREI - VISITE GUIDATE

 

 

I CAMPI DEGLI DEI

Visita guidata nella mitica terra dei Campi Flegrei sintetizzata nel Museo Archeologico dei Campi Flegrei, sito all'interno del quattrocentesco Castello aragonese di Baia, dove sono esposti gli antichi reperti recuperati negli ultimi quaranta anni, sia dalle acque, sia dallo stesso territorio,come la nota Atena Lemnia.

Si prosegue alla volta del Parco archeologico di Baia, dove sono i resti di quell'architettura romana, che ha fatto scuola ai più alti esempi da manuale di Storia dell'arte come il Pantheon di Roma. In seguito, si proseguirà verso la Piscina Mirabilis di Bacoli, una grande cisterna d'acqua di età augustea, interamente scavata nel tufo, a disposizione della più importante flotta militare sui mari in età antica: la Classis Praetoria Misenensis Pia Vindex.

Subito dopo, si potrà accedere al vicino agriturismo, per un apertivo ed una degustazione di alcuni vini e prodotti locali. Dopo il pranzo, si partirà alla volta degli Scavi archeologici di Cuma, la prima città occidentale, con l'ormai tradizionale Antro della Sibilla e la Crypta romana, recentemente riaperta al pubblico.

Sulla strada del ritorno, si ammirerà l'Averno, il lago che per i nostri padri era l'accesso agli inferi, per terminare la giornata con la visita all'Anfiteatro Neroniano di Pozzuoli, il terzo più grande del mondo antico, dopo quello di Capua e dell'Anfiteratro Flavio di Roma (il Colosseo); infine, la giornata terminerà al vicino Macellum di età neroniana, sito presso il porto dove nel 61 d.C, vi sbarcò San Paolo, dando inizio ad una nuova era.


AL DI FUORI DEI CAMPI FLEGREI, PROPONIAMO LE SEGUENTI VISITE GUIDATE.

Napoli: " 'A Mamma d’o Carmene - La piazza Mercato tra fede ed orrori ";

Benevento: " La città delle streghe ";

Napoli: " L'altra Napoli - Visita panoramica della città, dal Parco di Capodimonte alla collina Miradois ";

Napoli: " Il Centro antico più interessante del mondo ";

Napoli: " La Cappella Sansevero e la Real Cappella di Monte Manso - il Cristo Velato e il Cristo Svelato ";

Napoli: " La collina incantata, dal panorama ai sotterranei - la Certosa di San Martino ";

Napoli: " Il Mojariello, la piccola via Petrarca - Partendo da Porta Grande, l’ingresso più vicino alla Reggia di Capodimonte ... "

Napoli: " La chiesa dei Santi Filippo e Giacomo ";

Napoli: " Dal grande silenzio al salotto della città - da San Martino a piazza Plebiscito..., passando per il Petraio ";

Ercolano: " La città di Ercole ";

Portici/Torre del Greco: " Il Miglio d'Oro - visita alle dimore settecentesche ";

Napoli: " Il rione Sanità, il quartiere di Totò ";

Costiera amalfitana: " La Costiera amalfitana - il giorno del Giudizio Universale, per gli amalfitani che andranno in Paradiso sarà un giorno come tutti gli altri... " [Renato Fucini];

Napoli: " La Napoli angioina vista da Boccaccio e Petrarca ";

Portici: " La Reggia di Portici - l’ingresso al Miglio d’Oro ";

Napoli: " L'Eremo dei Camaldoli, quando il corpo incontra lo spirito ";

Napoli: " Il Liberty a Napoli, itinerario da piazza dei Martiri a piazza Amedeo ";

Castellamare di Stabia: "L'otium di Stabiae, la Villa San Marco e la Villa di Arianna";

Napoli: " Mergellina e i suoi poeti. Visita guidata dal Parco Vergiliano alla chiesa di S. Maria del Parto ";

Napoli: " Napoli, la cartolina, dal Porto alla collina di Posillipo ";

Napoli: " Il Salotto di Napoli - La Napoli monumentale da piazza Municipio a piazza Plebiscito ";

Napoli: " Leggende napoletane, itinerario dal Campanile della Pietrasanta alla Basilica del Gesù Nuovo ";

Pompei: " Pompei, quando il passato ritorna ";

Carditello: " San Leucio e Carditello, le due mini Reggie di Caserta ";

Napoli: " I Luoghi di san Gennaro ";

Napoli: " Il Passeggio Reale, la Villa Comunale, la Villa Pignatelli con il Museo delle Carrozze e i palazzi nobiliari della Riviera di Chiaia ";

Napoli: " Visita guidata ai Quartieri spagnoli ".

Per le visite guidate precedentemente elencate si adoteranno le linee guida diramate dal Governo su proposta del Comitato Tecnico Scientifico istituito per l'emergenza Covid-19.



PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI VISITE GUIDATE

 

 

Potrebbe interessarti anche:


IL MITO E IL LAGO D’AVERNO

LA SIBILLA E IL SUO ANTRO

 

VIRGILIO

FUMAROLE PISCIARELLI

 

CAMPI FLEGREI:

IL TERRITORIO

ERUZIONE DI MONTE NUOVO

GLI ASTRONI

GROTTA DEL CANE

CONCA DI AGNANO

 

LITERNUM

RICOSTRUZIONE ARTISTICA 3D DEL FORO DI LITERNUM

LA BASILICA

IL CAPITOLIUM

IL TEATRO

L'ARA DI SCIPIONE


Sequenza 4


Potrebbe interessarti anche la seguente mappa interattiva del

Centro Storico di Pozzuoli


 

NECROPOLI DI VIA CELLE E IPOGEI DEL FONDO CAIAZZO


 

NECROPOLI DI SAN VITO


MONTE DI PROCIDA

NECROPOLI DI CAPPELLA


CAMPI FLEGREI IN :

EPOCA PREISTORICA


EPOCA ROMANA:

I LUDI DI UN ANFITEATRO


I RITI FUNERARI


LA DIFFUSIONE DEI CULTI ORIENTALI


LE TERME E I BAGNI DI POZZUOLI


LE VILLE DEL TERRITORIO FLEGREO


 

 

 
CONTATTI